Paola Irato

Picture of Paola Irato

Courses

Il corso fornirà le conoscenze fondamentali per comprendere le relazioni fra organismi viventi e l’ambiente nel quale si sono evoluti ed adattati e i principi fondamentali che governano i meccanismi di regolazione omeostatica che consentono agli organismi di mantenere uno stato fisiologicamente bilanciato rispetto alla variabilità dei parametri chimico-fisici ambientali.
Obiettivi formativi: le strategie adattative messe in atto dagli organismi animali in risposta a particolari condizioni ambientali, secondo prospettive meccanicistiche, ecologiche, comportamentali ed evolutive.
Contenuto dell'attivita' formativa:
Si porranno in evidenza: i meccanismi tramite cui gli animali compiono le funzioni vitali; l'evoluzione e il significato adattativo dei caratteri fisiologici; il modo in cui differiscono e si assomigliano diversi gruppi di animali; le modalità di interazione tra ecologia e fisiologia, attuali ed evolutive.
Saranno considerati nel loro insieme gli adattamenti fisiologici che consentono la sopravvivenza: bilancio idrico ed energetico, temperatura, osmoregolazione, escrezione, respirazione e circolazione. Saranno studiati organismi adattati ad ambienti: acquatico (acque dolci e salate, coste ed estuari) e terrestre (habitat estremi). Saranno prese in considerazione anche le risposte degli organismi a stimoli di natura antropica. Si studieranno le attività umane in condizioni estreme. Alta quota: effetti immediati e a lungo termine indotti dall’ipossia. Acclimatazione all’immersione. Adattamenti alle basse e alle alte pressioni. Effetti delle temperature estreme.
Testi di riferimento:
1) P. Willmer, G. Stone, I. Johnston, Fisiologia ambientale degli animali, Zanichelli, 2003
2) R. Hill, G. Wyse, M. Anderson, Fisiologia animale, Zanichelli, 2006
3) K. Schmidt-Nielsen, Animal physiology Adaptation and environment, Cambridge University Press 1997 Fifth edition
4) C. Ladd Prosser, Comparative animal physiology: Neural and integrative animal physiology; Environmental and metabolic animal physiology, Wiley-Liss, 1991
5) Poli, Alessandro, Fisiologia animale a cura di Alessandro Poli ... [et al.]. Napoli: EdiSES, 2014
6) A. Poli, E. Fabbri, C. Agnisola, G. Calamita, G. Santovito, T. Verri, Fisiologia Animale. Napoli: EdiSES, 2014

Category: A.A. 2017 - 2018 / Corsi di laurea triennale / IF0320 - SCIENZE E TECNOLOGIE PER L'AMBIENTE (Ord. 2017)

Obiettivi formativi:
Le strategie adattative messe in atto dagli organismi animali in risposta a particolari condizioni ambientali, secondo prospettive meccanicistiche, ecologiche, comportamentali ed evolutive.
Contenuto dell'attivita' formativa:
Si porranno in evidenza: i meccanismi tramite cui gli animali compiono le funzioni vitali; l'evoluzione e il significato adattativo dei caratteri fisiologici; il modo in cui differiscono e si assomigliano diversi gruppi di animali; le modalità di interazione tra ecologia e fisiologia, attuali ed evolutive.
Saranno considerati nel loro insieme gli adattamenti fisiologici che consentono la sopravvivenza: bilancio idrico ed energetico, temperatura, osmoregolazione, escrezione, respirazione e circolazione. Saranno studiati organismi adattati
ad ambienti: acquatico (acque dolci e salate, coste ed estuari) e terrestre (inclusi gli habitat estremi). Saranno prese in considerazione anche le risposte degli organismi a stimoli di natura antropica. Si studieranno le attività umane in
condizioni estreme. Alta quota: effetti immediati e a lungo termine indotti dall’ipossia. Acclimatazione all’immersione.
Adattamenti alle basse e alle alte pressioni. Effetti delle temperature estreme e del “global change”.

Category: A.A. 2016 - 2017 / Corsi di laurea triennale / IF0320 - SCIENZE E TECNOLOGIE PER L'AMBIENTE