La profonda trasformazione tecnologica della società contemporanea si manifesta con la modifica delle possibilità e delle modalità di azione dei soggetti, così come dell'autocomprensione degli stessi come agenti, suggerendo nuovi significati alle categorie giuridiche e morali che presiedono al giudizio sui comportamenti individuali e sociali.
In questo scenario, l'informatica giuridica studia gli aspetti giuridici della rivoluzione tecnologica e sociale prodotta dall'informatica, l'elaborazione automatica dell'informazione.
Trattandosi, in molti casi, di aspetti fortemente problematici e in evoluzione, essi vanno messi in relazione con le trasformazioni etiche che le società contemporanee vivono e, più in generale, con la dimensione antropologica che viene messa in gioco.