Print this chapterPrint this chapter

PRIVACY E TRASPARENZA

DPO: Responsabile protezione dati (RPD)

Obbligo di designazione e comunicazioni

DESIGNAZIONE

L'Università di Padova, come tutte le PA, in qualità di Titolare del trattamento ha l’obbligo di nominare un RPD/DPO, ai sensi della lettera a), art. 37, par. 1, del Regolamento UE 2016/679.

L'Università può designare un proprio dipendente oppure un soggetto esterno, il quale opera sulla base di un contratto di servizi, avendo cura di verificare che non vi siano conflitti di interesse (art. 37, par. 6, Regolamento UE 2016/679).

E' necessario un atto formale di designazione, il quale è parte costitutiva dell'adempimento, anche quando la designazione avviene nei confronti di un soggetto interno all'ente (sul sito del Garante per la protezione dei dati è disponibile uno Schema di atto di designazione del Responsabile della Protezione dei Dati).

COMUNICAZIONI

Immediatamente dopo la nomina, il nominativo del RPD/DPO e i relativi dati di contatto devono essere comunicati al Garante per la protezione dei dati (art. 37, par. 7, Regolamento UE).  

Sul sito del Garante sono disponibili le istruzioni per la comunicazione del nominativo e dei dati di contatto:

Il Titolare del trattamento deve comunicare la designazione del RPD/DPO ufficialmente al personale dell'ente.

PUBBLICITA'

La nomina del responsabile della protezione e i dati di contatto (recapito postale, numero telefonico, indirizzo di posta elettronica) devono essere indicati nell’informativa privacy, pubblicati sul sito web dell’ente e inseriti nel registro dei trattamenti.

Oltre ai dati di contatto, è consigliato pubblicare anche il nominativo, ma non è obbligatorio.