Stabilità 2017 [legge 232-2016]

3. RICERCA E TERZA MISSIONE

3.2. Impignorabilità fondi di ricerca

Il comma 304, art. 1, della legge in commento, ha stabilito che:

  • le somme destinate dal MIUR, a qualsiasi titolo, al finanziamento delle attività di ricerca non sono soggette ad esecuzione forzata
  • gli atti di sequestro e di pignoramento "afferenti" ai fondi previsti dai commi 295-305 sono nulli, con nullità rilevabile d’ufficio

Ferma restando la possibilità di esperire anche nei confronti delle università (come tutte le PA) azione esecutiva finalizzata all’espropriazione, il legislatore ha introdotto un'ipotesi eccezionale di impignorabilità per le somme destinate al soddisfacimento di specifiche finalità pubbliche di ricerca, creando un collegamento diretto tra quelle entrate e determinati servizi pubblici o specifici fini pubblici.

In questo modo, si configura un vincolo di destinazione, in base al quale le somme e i crediti della PA diventano patrimonio indisponibile, in quanto finalizzati all’attuazione dell’interesse pubblico tutelato (in questo caso la ricerca universitaria).