D.L. 90/2014 - Riforma PA

Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l'efficienza degli uffici giudiziari (convertito con legge 114/2014)

Autore: Giorgio Valandro

Pubblicazione: 2014

2. Università (artt. 14-15)

2.2. Scuole di specializzazione medica

Anche l'art. 15 del d.l. 90/2014 è stato modificato in sede di conversione in legge.

Il nuovo comma 1 dell'art. 15 in commento differisce dal 31 marzo 2014 al 31 dicembre 2014 il termine per l'emanazione del decreto del MIUR (di concerto con il Ministro della salute) sulla riduzione della durata dei corsi di formazione specialistica per i medici, con l'osservanza dei limiti minimi previsti dalla normativa europea in materia, e sulla riorganizzazione delle classi e delle tipologie dei corsi medesimi.

L’art. 15, comma 1-bis (che ripete il contenuto di quello che prima della conversione era il comma 1) stabilisce che la riduzione della durata dei corsi delle scuole di specializzazione medica si applicherà a decorrere dall’a.a. 2014-2015 (così viene modificato l'art. 20, comma 3-ter, del d.lgs. 368/1999). In base al comunicato stampa del MIUR del 17 aprile 2014a partire dall'a.a. 2014-2015 il bando sarà pubblicato entro il 28 febbraio di ogni anno e la prova d’esame si svolgerà non prima di sessanta giorni dopo la sua uscita.

Il comma 2 dell'art. 14 in esame autorizza l’ulteriore spesa di 6 milioni di euro per il 2014, 40 milioni di euro per il 2015 e 1,8 milioni di euro per il 2016 per la formazione dei medici specialisti. Tali risorse si aggiungono a quelle previste dall'art. 1, comma 424, della legge 147/2013, c.d. legge di stabilità 2014 (pari a 30 milioni di euro per l’anno 2014 e a 50 milioni di euro a decorrere dall'anno 2015). La relazione illustrativa (come già il comunicato stampa del MIUR del 14 giugno 2014) sottolinea che per il prossimo anno accademico con le risorse aggiuntive si garantisce la copertura di circa 5.000 contratti (anziché 3.300).

Per la copertura degli oneri si ricorre anche mediante riduzione per il 2016 del Fondo per il finanziamento ordinario delle università (nel 2016 il capitolo 1694 dello stato di previsione del MIUR, sul quale sono allocati gli stanziamenti relativi al FFO, ha uno stanziamento di € 6.807.679.266 che, per effetto della riduzione disposta dalla norma in esame, diventerebbe di € 6.805.879.266).

Il comma 3 dell'art. 15 in esame prevede che anche per la partecipazione alle prove di ammissione alle scuole di specializzazione medica è dovuto dai candidati un diritto di segreteria, nella misura massima di 100 euro. Le corrispondenti entrate sono riassegnate al MIUR per la copertura degli oneri connessi alle prove di ammissione. Al riguardo si ricorda che l'art. 36 del d.lgs. 368/1999, ha previsto un'unica commissione preposta all'ammissione alle scuole di specializzazione e la formazione di un'unica graduatoria nazionale.

In sede di conversione è stato introdotto un comma 3-bis che fa salve le disposizioni normative delle province autonome di Trento e di Bolzano relative alla assegnazione dei contratti di formazione specialistica, finanziati dalle medesime province autonome attraverso convenzioni stipulate con le università.