Stabilità 2017 [legge 232-2016]

Autore: Giorgio Valandro

Data di pubblicazione: 12 dicembre 2016

Ultima modifica: 9 gennaio 2017

3. RICERCA E TERZA MISSIONE

3.1. Fondo per attività base di ricerca

A decorrere dal 2017, la legge di stabilità 2017 (commi 295-302) ha istituito, nel Fondo per il finanziamento ordinario delle università statali, una apposita sezione denominata "Fondo per il finanziamento delle attività base di ricerca" con uno stanziamento di € 45 mln annui, destinato al finanziamento annuale delle attività base di ricerca dei professori di seconda fascia e dei ricercatori, entrambi in servizio a tempo pieno nelle università statali.

Finanziamento individuale. L'importo individuale del finanziamento annuale è pari a 3.000 euro, per un totale di 15.000 finanziamenti individuali (comma 298).

A. Cause di esclusione dal finanziamento

Non possono accedere al finanziamento i professori di seconda fascia e i ricercatori che (comma 298):

  1. alla data di presentazione della domanda, sono in regime di impegno a tempo definito;
  2. sono collocati in aspettativa;
  3. sono stati assunti in base alle procedure di chiamata diretta a valere sul Fondo per le cattedre universitarie del merito Giulio Natta (ex art. 1, co. 207-212, della L. 208/2015 (legge di stabilità 2016);
  4. fruiscono di finanziamenti pubblici, comunque denominati, nazionali, europei o internazionali. In particolare, si fa riferimento esplicito ai finanziamenti provenienti dall'European Research Council (ERC) e dai Progetti di rilevante interesse nazionale (PRIN).

B. La procedura per l'accesso alle risorse

Elenchi per SSD. Entro il 31 luglio di ogni anno l'ANVUR predispone, per ciascun settore scientifico-disciplinare, gli elenchi dei professori di seconda fascia e dei ricercatori che possono chiedere il finanziamento annuale delle proprie attività base di ricerca (comma 299).

Nel limite delle disponibilità finanziarie, l'ANVUR predispone gli elenchi sulla base dei seguenti criteri (comma 300):

a) la verifica della sussistenza, per ognuno dei ricercatori e dei professori di seconda fascia, delle condizioni di cui al comma 297;

b) l'inclusione, nell'elenco dei ricercatori appartenenti a ciascun settore scientifico-disciplinare, di tutti i ricercatori la cui produzione scientifica individuale, relativa agli ultimi cinque anni, è pari o superiore a un apposito indicatore della produzione scientifica dei ricercatori appartenenti a ciascun settore scientifico-disciplinare, calcolato dall'ANVUR sulla base dei dati disponibili per l'ultimo triennio;

c) l'inclusione, nell'elenco dei professori di seconda fascia appartenenti a ciascun settore scientifico-disciplinare, di tutti i professori di seconda fascia la cui produzione scientifica individuale, relativa agli ultimi cinque anni, è pari o superiore a un apposito indicatore della produzione scientifica dei professori di seconda fascia appartenenti a ciascun settore scientifico-disciplinare, calcolato dall'ANVUR sulla base dei dati disponibili per l'ultimo triennio.

Domanda entro 30 settembre. I ricercatori e i professori di seconda fascia inclusi negli elenchi possono presentare la domanda rivolta ad ottenere il finanziamento annuale entro il 30 settembre di ogni anno, esclusivamente tramite l'apposita procedura telematica accessibile dal sito dell'ANVUR (comma 301).

75% ai ricercatori. L'assegnazione del finanziamento tiene conto dell'ordine di ciascun elenco (distinto per professori di seconda fascia e per ricercatori, e per settore disciplinare), in modo da soddisfare il 75% delle domande dei ricercatori e il 25% delle domande dei professori di seconda fascia (comma 298, seconda parte).

Trasferimento alle università. Il MIUR trasferisce ad ogni università il finanziamento spettante ai ricercatori e ai professori di seconda fascia entro il 30 novembre di ogni anno (comma 302).