SMART WORKING NELLA P.A.

DEFINIZIONE E CARATTERISTICHE

Luogo, orario, organizzazione e strumenti di lavoro

LUOGO DI LAVORO
Il lavoratore agile non è vincolato ad un preciso luogo di lavoro: non ha una postazione di lavoro fissa e può lavorare sia all’interno dei locali aziendali, che all’esterno, ovunque, fatte salve le ragioni di tutela della salute e della sicurezza del lavoratore 

ORARIO DI LAVORO
Il lavoratore agile svolge la sua attività senza precisi vincoli di orario e può gestire l’organizzazione del proprio tempo di lavoro.

• Gode di una flessibilità i cui confini sono concordati tra le parti nell’accordo di lavoro agile e che potrebbe ampliarsi al punto da non esservi nessuna indicazione in termini di orari nell’accordo stesso
• Il datore di lavoro ha facoltà di richiedere una reperibilità in determinate fasce orarie che, salvo diverso accordo, non comporta alcun diritto a trattamenti economici aggiuntivi
• Devono essere rispettati i limiti di durata massima dell’orario di lavoro giornaliero e settimanale
• Al lavoratore agile devono essere garantiti i tempi di riposo stabiliti dalla legge

ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO
È possibile organizzare la prestazione lavorativa svolta in modalità di lavoro agile per fasi, cicli e obiettivi, in modo tale da svincolare la prestazione da un parametro di tempo, e ancorarla piuttosto a un parametro di risultato.
La modalità agile di lavoro:
• può essere a tempo determinato e, con la conclusione della specifica fase o ciclo o con il raggiungimento dell’obiettivo prefissato, la prestazione lavorativa può ricominciare ad essere resa all’interno dei locali aziendali, secondo le tradizionali modalità
oppure
• può rappresentare la modalità di esecuzione solo di una parte della prestazione lavorativa, che quindi in alcuni giorni/settimane/mesi sarà resa in modalità lavoro agile e per il tempo restante secondo le modalità tradizionali

STRUMENTI DI LAVORO
Il lavoratore deve essere dotato di strumenti tecnologici di lavoro idonei che facciano sì che la sua assenza fisica dai locali aziendali non impatti sull’efficacia della sua prestazione lavorativa.
Nell’accordo di lavoro agile è opportuno specificare quali strumenti sono assegnati al lavoratore, prestando attenzione che tali attribuzioni non assumano le caratteristiche di fringe benefit.


N.B. Per la durata dello stato di emergenza lo smart working:

- dovrà svolgersi necessariamente presso la propria abitazione, nel rispetto delle misure di distanziamento sociale e contenimento del virus;

- può essere svolto attraverso strumenti informatici del dipendente;

- in ragione della sua flessibilità, risulta in linea di massima incompatibile sia con il lavoro straordinario (con la conseguenza che non può essere riconosciuto al dipendente il relativo compenso), sia con quegli istituti che comportano una riduzione dell'orario giornaliero, come i permessi brevi.