DOSSIER "CURA ITALIA" E ALTRI DECRETI

GESTIONE AMMINISTRATIVO-CONTABILE

D. Acquisti informatici

Acquisti per lo sviluppo di sistemi informativi per la diffusione del lavoro agile e di servizi in rete per l'accesso di cittadini e imprese
Acquisti per lo sviluppo di sistemi informativi per la diffusione del lavoro agile e di servizi in rete per l'accesso di cittadini e imprese

Sistemi informatici per la diffusione del lavoro agile (art. 75): al fine di agevolare la diffusione del lavoro agile, favorire la diffusione di servizi in rete e agevolare l'accesso agli stessi da parte di cittadini e imprese, le amministrazioni aggiudicatrici sono autorizzate ​fino al 31 dicembre 2020 ad acquistare beni e servizi informatici preferibilmente basati sul modello cloud ​SaaS (software as a service), nonché servizi di connettività, mediante procedura negoziata ​senza previa pubblicazione di un bando ​di gara ai sensi dell'articolo 63, comma 2, lett. c), del d.lgs. 50/2016, selezionando l'affidatario tra almeno quattro operatori economici, di cui almeno una «start-up innovativa» o una «piccola e media impresa innovativa», iscritta nell'apposita sezione speciale del registro delle imprese.
Il contratto può essere stipulato previa acquisizione di una autocertificazione dell'operatore economico aggiudicatario attestante il possesso dei requisiti generali, finanziari e tecnici, la regolarità del DURC e l'assenza di motivi di esclusione secondo segnalazioni rilevabili dal Casellario Informatico di Anac, nonché previa verifica del rispetto delle prescrizioni imposte dalle disposizioni del codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione.
Al termine delle procedure di gara, il contratto è stipulato immediatamente e l'esecuzione è avviata, anche in deroga ai termini di cui all'art. 32 del d. lgs n. 50/2016.
Le amministrazioni procedono con le risorse disponibili a legislazione vigente.

N.B. In sede di conversione, all'art. 75 è stato inserito il comma 3-bis, il quale introduce alcune condizioni sul contenuto dei contratti relativi agli acquisti di servizi informatici e di connettività. Essi in particolare:
• hanno durata massima non superiore a trentasei mesi;
• prevedono di diritto la facoltà di recesso unilaterale dell'amministrazione decorso un periodo non superiore a dodici mesi dall'inizio dell'esecuzione. Tale facoltà è attribuita senza corrispettivo e senza oneri di alcun genere a carico dell'amministrazione;
• garantiscono in ogni caso il rispetto dei principi di interoperabilità, di portabilità dei dati personali e dei contenuti senza ulteriori oneri per il committente.


In sede di conversione in legge sono stati altresì introdotti l'art. 87-bis, recante "misure di ausilio allo svolgimento del lavoro agile da parte dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni e degli organismi di diritto pubblico", e l'art. 101, comma 6-bis, sugli strumenti di accesso da remoto alle risorse bibliografiche e ai database.

Forniture di portatili e tablet (art. 87-bis): la norma in esame è volta a promuovere il lavoro agile nelle pubbliche amministrazioni, aumentando le forniture di personal computer portatili e tablet. A tal fine viene semplificata la normativa che ne regola gli acquisti attraverso la Consip S.p.A.

Accesso da remoto a risorse e dati delle università e degli istituti di ricerca (art. 101, comma 6-bis): le università e gli istituti di ricerca, anche mediante convenzioni, promuovono, nell’esercizio della loro autonomia, strumenti di accesso da remoto alle risorse bibliografiche e ad ogni database e software allo stato attuale accessibili solo mediante reti di ateneo.