DOSSIER "CURA ITALIA" E ALTRI DECRETI

SEMPLIFICAZIONI PRIVACY

In sede di conversione in legge, è stato introdotto l’articolo 17-bis, che riproduce l'art. 14 del d.l. n. 14 del 2020 e contiene una serie di disposizioni relative al trattamento dei dati personali nel contesto dall’emergenza sanitaria, dettando regole semplificate in materia di comunicazione e diffusione dei dati, designazione dei soggetti autorizzati ed informativa.
In particolare, il comma 2 consente la comunicazione dei dati personali, anche appartenenti alle particolari categorie di dati comprendenti quelli relativi alla salute o alle condanne penali o reati, a soggetti e privati diversi da quelli individuati al comma 1 (soggetti operanti nel Servizio nazionale di protezione civile, soggetti attuatori di cui all'articolo 1 dell'ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile 3 febbraio 2020, n. 630, uffici del Ministero della salute e dell'Istituto Superiore di Sanità), nei casi in cui ciò risulti indispensabile ai fini dello svolgimento delle attività connesse alla gestione dell’emergenza sanitaria in atto.

Come specificato nella relazione illustrativa, il fine delle disposizioni è quello di consentire la comunicazione dei dati ai dirigenti degli uffici pubblici, ivi inclusi quelli giudiziari, nonché ai dirigenti scolastici e ai dirigenti delle aziende private e, in generale, a tutti coloro i quali, ricoprendo il ruolo di datori di lavoro, hanno il dovere di adottare ogni misura di sorveglianza nonché precauzionale (ad es. sanificazione, separazione del lavoro) all’interno delle strutture/degli uffici di cui sono responsabili.

Benchè l’art. 14 non preveda alcuna specifica misura limitativa relativamente alle ipotesi di trattamento contemplate dal comma 1, richiedendo l'indispensabilità del trattamento solo con riferimento alle ipotesi di cui al comma 2, restano comunque fermi i principi di necessità e proporzionalità del trattamento in relazione alle finalità perseguite. Conseguentemente, il titolare e il responsabile del trattamento devono adottare misure di salvaguardia dirette a controbilanciare la compressione subita dal diritto fondamentale per mezzo della misura restrittiva.

→ PERRONE, I vincoli di compatibilità con l'ordinamento europeo del diritto alla privacy dell'emergenza.