Decreto semplificazioni (d.l. 76/2020 convertito in legge) - DOSSIER

Autori: Giorgio Valandro e Filippo Tagliapietra, con la collaborazione di Anastasia Maria Mele

Data pubblicazione: 10 febbraio 2021


INFODIRITTO opera per la correttezza dei dati giuridici messi a disposizione e corregge tempestivamente gli errori segnalati a infodiritto@unipd.it. La corretta applicazione della normativa resta nella responsabilità degli uffici competenti.

Per ulteriori approfondimenti scrivere a infodiritto@unipd.it

SISTEMA UNIVERSITARIO

Chiamata di professori a contratto come "esterni"

Al fine di includere i « professori a contratto » nella platea dei soggetti che possono concorrere come “esterni”, il decreto-legge in esame fornisce una sorta di interpretazione autentica dell’art. 18, comma 4, legge 240/2010, precisando che tra i soggetti che “hanno prestato servizio nel proprio ateneo” rientrano esclusivamente coloro che negli ultimi tre anni hanno ricoperto la qualifica di “professore ordinario di ruolo, professore associato di ruolo, ricercatore a tempo indeterminato, ricercatore a tempo determinato” (art. 19 comma 1, lett d, d.l. 76/2020).