Decreto semplificazioni (d.l. 76/2020 convertito in legge) - DOSSIER

ACCELERAZIONE PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI

Effettività del silenzio assenso

Con l’introduzione di un nuovo comma 8-bis all’art. 2 della l. 241/90, si intende garantire la piena efficacia delle regole del silenzio assenso e di risolvere il problema dell’incertezza degli atti tardivi adottati dalla PA. Viene pertanto chiarito che, nei casi già previsti dalla legge n. 241 del 1990, la scadenza dei termini fa venire meno il potere postumo di dissentire (art. 12 comma 1, lett. a) n. 2) del d.l. 76/2020). Quindi, nei casi in cui, per disposizione normativa, l’inerzia della PA protratta oltre il termine previsto per l’adozione del provvedimento acquista valenza provvedimentale di accoglimento dell’istanza (silenzio assenso), si stabilisce l’inefficacia degli atti della PA intervenuti tardivamente, salvo il potere di annullamento d’ufficio ove ne ricorrano i presupposti e le condizioni.