MILLEPROROGHE 2021 (d.l. 183/2020 convertito in legge)

Autori: Giorgio Valandro, Anastasia Maria Mele, Maria Ottavia Allegri 

Data pubblicazione: 16 marzo 2021


INFODIRITTO opera per la correttezza dei dati giuridici messi a disposizione e corregge tempestivamente gli errori segnalati a infodiritto@unipd.it. La corretta applicazione della normativa resta nella responsabilità degli uffici competenti.

Per ulteriori approfondimenti scrivere a infodiritto@unipd.it

PERSONALE

Sorveglianza sanitaria eccezionale

Viene prorogato fino al 30 aprile 2021 anche l’art. 83 del c.d. Decreto Rilancio (d.l. 34/2020), il quale ha disposto che, fermo restando quanto previsto dall'art. 41 del d.lgs. 81/2008 (Testo Unico sulla Sicurezza sul lavoro), per garantire lo svolgimento in sicurezza delle attività produttive e commerciali in relazione al rischio di contagio da virus SARS-CoV-2 i datori di lavoro pubblici, con oneri a proprio carico, “assicurano la sorveglianza sanitaria eccezionale dei lavoratori maggiormente esposti a rischio di contagio, in ragione dell'età o della condizione di rischio derivante da immunodepressione, anche da patologia COVID-19, o da esiti di patologie oncologiche o dallo svolgimento di terapie salvavita o comunque da comorbilità che possono caratterizzare una maggiore rischiosità” (vedi allegato 1, numero 13 del d.l. 183/2020 in commento).