MILLEPROROGHE 2021 (d.l. 183/2020 convertito in legge)

GESTIONE AMMINISTRATIVO-CONTABILE

Proroga per autocertificazioni dei cittadini non appartenenti all’UE

L’art. 2, comma 1, del decreto in commento, posticipa al 31 dicembre 2021 il termine a partire dal quale acquistano efficacia le disposizioni che consentono anche ai cittadini di Stati non appartenenti all'Unione europea, purché regolarmente soggiornanti in Italia, di utilizzare le dichiarazioni sostitutive (le cosiddette autocertificazioni) riguardanti gli stati, le qualità personali e i fatti certificabili o attestabili da parte di soggetti pubblici italiani.

La proroga interviene sulla decorrenza delle disposizioni del decreto-legge 5/2012, (art. 17, comma 4-bis e comma 4-ter), le quali sono finalizzate alla completa equiparazione dello straniero regolarmente soggiornante in Italia con il cittadino italiano per quanto concerne l’utilizzo delle dichiarazioni sostitutive, limitatamente agli stati, alle qualità personali e ai fatti certificabili o attestabili da parte di soggetti pubblici italiani.

Fino al 31 dicembre 2021 non sarà possibile applicare il regime delle autocertificazioni (artt. 46 e 47 del DPR 445/2000) per cittadini di Stati non appartenenti all'UE, anche se regolarmente soggiornanti in Italia.