GLOSSARIO


Questo glossario raccoglie alcune definizioni a supporto dell'utente

Sfoglia il glossario usando questo indice

Caratteri speciali | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z | TUTTI

Pagina: (Precedente)   1  2  3  4  5  (Successivo)
  TUTTI

P

Podcast

Il termine podcast viene dalla fusione e contrazione di PoD, "Personal on Demand".
Secondo il vocabolario Treccani, verrebbe invece dall'inglese pod  baccello, contenitore e broadcast trasmissione. File audio e video utilizzato dal sistema di podcasting.




Podcasting

Insieme delle tecnologie e delle operazioni relative allo scaricamento automatico di file di qualsivoglia natura (detti podcast), tramite un'infrastruttura di trasmissione dati e un programma client chiamato "aggregatore" o feed reader. I media disponibili tramite podcasting sono in genere file video o audio, anche se non esiste preclusione tecnica verso alcun tipo di file.
La fruizione del podcast non è legata ad un sistema operativo né ad alcun browser specifico. I contenuti di un podcast si possono sia consultare che scaricare automaticamente dal sito e salvare nella memoria di un dispositivo per la riproduzione.


Portale

Accesso generalista a collezioni di risorse on-line. Nell'ambito delle biblioteche il library portal permette all'utente di predefinire e personalizzare l'accesso alle informazioni in modo da filtrare i risultati della ricerca.
Un esempio è MyLibrary.


Q

Quiz

Il quiz è una domanda o una serie di domande, in forma verbale o scritta, predisposte allo scopo di saggiare la preparazione o la memoria del candidato al quale vengono poste.

Una delle tipologie di strumenti per accertare la preparazione degli utenti on line e valutarla.


R

Riferimento bibliografico

I riferimento bibliografici sono costituiti dagli elementi che descriivono la fonte che si è usata.
Per compilare un riferimento è necessario conoscere le regole dello stile citazionale che si vuole adottare.
Il riferimento può avvenire con una citazione all'interno del testo principale del documento (citazione o citing)
oppure il riferimento viene redatto in forma completa ed estesa, alla fine del documento nella cosiddetta bibliografia finale (riferimento bibliografico o referencing).

S

Single Sign On (SSO)

L’Università degli studi di Padova rende disponibile  un sistema di accesso ai servizi centralizzati di Ateneo attraverso un'unica autenticazione (Single Sign On), basato sul software Shibboleth. Per autenticarsi è nececssario usare le stesse credenziali utilizzate per la propria casella di posta istituzionale (nome.cognome@unipd.it o nome.cognome@studenti.unipd.it)

Il SSO può essere usato anche come sistema di autenticazione dai computer disponibili al pubblico in Ateneo.



Stile citazionale

Ogni citazione identifica il documento in modo chiaro e completo attraverso alcuni elementi comuni:
Es. Autore o curatore/Titolo/Edizione/Anno/Note tipografiche, ecc.
La scelta, la sequenza e la formattazione degli elementi viene stabilita in base allo Stile citazionale .

Gli stili citazionali posso essere standard a livello internazionale o consuetudini di ambito disciplinare
(Es: Chicago A/Chicago B per l'area sociale e umanistica, Harvard per l'area economica, APA Style per la psicologia, ecc.)

Il modello adottato per i riferimenti bibliografici delle note dovrà essere lo stesso per tutte le note della tesi eper la bibliografia. Uno stile standardizzato va applicato con coerenza e omogeneità in tutto il documento.

Streaming

La possibilità di seguire grazie alla rete Internet media audiovisivi in modo alternativo alla diffusione radio e televisiva. A differenza del downloading non si deve attendere che l'intero file sia scaricato per fruirlo. Richiede una banda larga e ampia memoria a disposizione. Una volta chiusa l'applicazione il file temporaneo viene cancellato dalla memoria. Un esempio di streaming media televisivo su internet è Netflix.


T

Tag cloud

Una nuvola di etichette, o di parole (in inglese: tag cloud, o word cloud), è una rappresentazione visiva di etichette (tag) o parole-chiave usate in un sito web.

In genere, questa lista è presentata in ordine alfabetico, con la peculiare caratteristica di attribuire un font di dimensioni più grandi alle parole più importanti. Si tratta quindi di una lista pesata.

Le nuvole di tag costituiscono un nuovo elemento di interfaccia per gli architetti dell'informazione, che le possono utilizzare per progettare navigazioni alternative all'interno di un sito web.

Il peso delle etichette (o tag), che viene reso con caratteri di dimensioni diverse, è inteso esclusivamente come frequenza di utilizzo all'interno del sito. Più grande il carattere, maggiore la frequenza della parola-chiave.

Le nuvole di termini che non siano tag, o il cui peso sia da intendersi in un senso diverso (ad esempio, il numero di volte in cui tali termini sono stati visualizzati da visitatori del sito), non sono nuvole di tag.

https://it.wikipedia.org/wiki/Nuvola_di_etichette



Template

In informatica indica un documento o programma nel quale, come in un foglio semicompilato cartaceo, su una struttura generica o standard esistono spazi temporaneamente "bianchi" da riempire successivamente.
Nel campo delle pagine web vengono denominati template quei documenti d'esempio che vengono messi a disposizione gratuitamente o a pagamento su siti internet, per lo sviluppo di altre pagine web con grafica e formattazione identiche ma contenuti diversi.



Pagina: (Precedente)   1  2  3  4  5  (Successivo)
  TUTTI