Funzionamento corso di laurea

Introduzione

Il Corso di laurea magistrale in “Linguistica” è organizzato in un unico curriculum.

La laurea magistrale si consegue con l’acquisizione di almeno 120 CFU secondo quanto indicato nel Piano delle attività didattiche. Lo studente dovrà inoltre aver superato con esito positivo la prova finale, consistente nella stesura di una tesi di laurea.

Ad 1 CFU corrispondono 25 ore di impegno complessivo dello studente, di cui allo studio individuale è riservata una quota pari al 72%.

L’attività didattica degli insegnamenti è organizzata secondo l’ordinamento semestrale.

 

Esami e verifiche

Per ciascuna attività formativa indicata nel Piano delle attività didattiche è previsto un accertamento conclusivo alla fine del periodo in cui si è svolta l’attività. 

Il numero massimo degli esami o valutazioni finali del profitto necessari per il conseguimento del titolo non può essere superiore a 12. Ai fini del computo vanno considerate le seguenti attività formative: 1) caratterizzanti; 2) affini o integrative; 3) a scelta (conteggiate complessivamente come un solo esame).

Le modalità di esame o verifica finale possono presentarsi attraverso diverse forme: esame orale o scritto, relazione orale o scritta, test con domande a risposta libera o a scelta multipla.

In relazione agli obiettivi, ai contenuti e ai profili assunti specificatamente dall'organizzazione didattica e formativa, l'accertamento può prevedere l'adozione di una o più modalità fra quelle sopra indicate e avvalersi dell'integrazione di uno o più accertamenti in itinere. Le modalità di accertamento di un'attività didattica sono le stesse per tutti gli studenti,  sono rese pubbliche insieme al programma e sono comunicate agli studenti dal docente responsabile all'inizio di ogni anno accademico e in fase di erogazione dell'attività stessa.

Con il superamento dell'esame o della verifica, lo studente consegue i CFU attribuiti all'attività formativa in oggetto. Per le attività formative esplicitamente indicate nel Piano delle attività didattiche, l'accertamento finale, oltre all'acquisizione dei relativi CFU, comporta l'attribuzione di un voto espresso in trentesimi che concorre a determinare il voto finale di laurea.

Il voto dell’esame deve essere verbalizzato e registrato nel libretto entro un anno dalla data dell’appello in cui l’esame è stato sostenuto.

I CFU acquisiti hanno validità per un periodo di 6 anni dalla data dell’esame. Dopo tale termine ogni credito subirà una diminuzione del 25% nei secondi 6 anni; del 50% nei terzi 6 anni; oltre tali termini non verrà riconosciuto alcun credito.

Lo studente che non superi alcun esame o verifica del profitto entro tre anni solari dalla data di prima immatricolazione o iscrizione all’Università degli Studi di Padova decade dalla qualità di studente; inoltre, incorre nella decadenza lo studente che non consegua almeno 60 CFU previsti dall’ordinamento didattico del Corso di studio entro i cinque anni solari dalla data di prima immatricolazione o iscrizione all’Università degli Studi di Padova.

 

Prova finale

La prova finale (39 cfu) consiste nella preparazione e nella discussione di una tesi, risultato di un lavoro di ricerca originale, elaborata su un argomento connesso con insegnamenti presenti nel piano di studi. Viene redatta sotto la guida di uno o più relatori. La prova finale può essere sostenuta in una lingua straniera, preventivamente concordata con il Presidente del Consiglio di Corso di Studio. In questo caso andrà predisposto anche un riassunto esteso del lavoro svolto in lingua italiana. L'elaborato di tesi viene presentato e discusso alla presenza di una Commissione, appositamente nominata, la quale esprime una propria valutazione tenendo conto sia della qualità del prodotto elaborato, sia delle capacità del candidato di esporre gli argomenti trattati avvalendosi anche delle conoscenze e competenze acquisite durante l'intero percorso formativo universitario (vedi Lauree)

 

Conseguimento della laurea magistrale

Il voto finale di laurea magistrale è espresso in centodecimi ed è costituito dalla somma: a) della media ponderata MP dei voti vi degli esami di cui all’articolo 4, comma 5, pesati con i relativi crediti ci  e rapportata a centodecimi, secondo la formula seguente: MP = ( Sivici  / Sic) 110/30; b) dell’incremento di voto, pure espresso in centodecimi, conseguito nella prova finale. Qualora il candidato abbia ottenuto il voto massimo può essere attribuita la lode.

E’ possibile conseguire la laurea magistrale anche in un tempo minore della durata normale del corso di studio (2 anni).

 

Piano di studio

Tutti gli studenti sono tenuti a presentare il piano di studio entro il 30 giugno. La compilazione avviene tramite la piattaforma di UNIWEB, e non è necessario stampare e consegnare il piano per l'approvazione, che sarà una procedura informatica.  

Le attività formative autonomamente scelte dallo studente, purché coerenti con il progetto formativo, potranno essere scelte tra gli insegnamenti attivati nell’Ateneo presenti nelle regole della procedura di compilazione. Il loro voto contribuisce a determinare il voto di laurea.

 

Lo studente che intenda seguire un percorso formativo diverso, nel rispetto dei vincoli previsti dalla classe di afferenza del Corso di laurea, purché nell’ambito delle attività formative effettivamente erogate e del numero dei CFU stabilito, dovrà presentare il piano di studio individuale accordandosi con il Presidente del Corso di studi e, in ogni caso, prima di aver sostenuto gli esami relativi agli insegnamenti di cui si propone l’inserimento nel piano.

 

Last modified: Wednesday, 11 July 2018, 12:09 PM