I Mooc all'Università di Padova


img

I Massive Open Online Courses (MOOC) sono corsi online gratuiti, aperti a tutti e intesi per la formazione a distanza di un numero elevato di partecipanti, provenienti da background culturali molto differenziati e da diverse aree geografiche. Sono spesso corsi di livello universitario, pensati però per un pubblico molto ampio. Un MOOC, data la qualità e la progettazione  che necessita, può essere considerato il top dell’online asincrono.

Dove vengono pubblicati i MOOC

I MOOC realizzati dall'Università di Padova vengono pubblicati in una delle seguenti piattaforme con le quali Unipd ha una convenzione. Tutte permettono la fruizione gratuita a chiunque (non solo studenti Unipd).

  • Mooc in italiano non curriculari con EduOpen 

EduOpen è un consorzio universitario nazionale al quale l’Università di Padova aderisce assieme ad altri circa 20 atenei. Al suo attivo ha circa 80 mila iscritti  e fornisce corsi per l'orientamento ai corsi universitari o per colmare gap formativi, per la formazione degli insegnanti, per la formazione continua rivolti a diverse categorie di professionisti e corsi di perfezionamento o master.

Futurelearn è una delle migliori piattaforme mondiali con circa 10 milioni di iscritti ed eroga corsi in inglese, con un elevato standard e controllo di qualità. FutureLearn, fornisce una serie di linee guida che definiscono degli standard di progettazione, realizzazione ed erogazione che assicurano l’elevata qualità della sua offerta. Anche sul fronte delle specifiche figure professionali richieste e dell’organizzazione del lavoro le indicazioni sono dettagliate e strutturate, sempre in vista dell’assicurazione della qualità dei corsi in essa pubblicati. La durata dei corsi varia dalle 3 alle 5 settimane con una media di 5 ore di studio a settimana,  i contenuti e livello di studio richiesto sono comparabili allo standard dell’Università di Padova.
Con l'accesso diretto da Futurelearn for Campus Unipd  tutta la comunità @unipd staff, docenti e studenti, può accedere ai Moocs della piattaforma FutureLearn con l’account single sign on e accedere gratuitamente alla versione upgrade dei corsi delle istituzioni che hanno aderito.
Si possono poi invitare gli studenti Unipd ai nostri corsi e monitorare i loro progressi, utlizzando ad esempio i corsi come parte del programma del proprio insegnamento.

Federica Weblearning è la maggiore piattaforma di Mooc italiana. A differenza delle altre piattaforme vengono pubblicati prevalentemente Mooc curriculari (interi insegnamenti universitari in versione Mooc). Un tale tipo di MOOC è particolarmente utile non solo per studenti lavoratori o con difficoltà di frequenza, ma per fornire del materiale di qualità in parallelo agli insegnamenti frontali (es. insegnamento di tipo blended/flipped classroom). L’intesa prevede che I docenti vengano assistiti interamente da una/un project manager della piattaforma. I MOOC su Federica sono basati su Moodle e hanno una struttura in 9-12 Lezioni, ciascuna delle quali ha circa 3-5 Unità, con un video per ogni Unità. Molta enfasi viene messa sul testo a fronte. Su richiesta gli studenti possono iscriversi al Mooc attraverso un codice che permette di monitorarne le attività.

Come si struttura e realizza un MOOC

Un MOOC consiste in una successione di risorse  (articoli, brevi video, podcast audio, ...) e attività, incluse quelle di valutazione (quiz, valutazioni tra pari, ...) . 
Il corso si può articolare in settimane (o in argomenti o unità) cercando di fare in modo che risulti nel complesso bilanciato. 

E’ bene stabilire a priori se il corso dovrà essere moderato (nel qual caso va fatta una stima delle risorse impiegate per la moderazione) o se dovrà essere fruibile in auto formazione (senza moderazione). 
Alla fine di ogni settimana o unità si può prevedere un quiz per la verifica delle conoscenze, oltre al quiz di fine corso che farà accedere all’attestato finale o agli Open Badge.  

Si configurano due tipi di MOOC:

A) Mooc "breve" non curriculare

I MOOC non curricolari sono corsi on line che, pur connessi con le competenze veicolate nelle università e altre istituzioni, si avvalgono delle conoscenze disciplinari dei docenti universitari e degli esperti, ma non forniscono certificazioni né CFU che siano riconosciuti totalmente o in parte in al posto di insegnamenti curricolari presenti nei corsi di studi. 

I MOOCs non curricolari hanno solitamente un ampio spettro di destinatari, da semplici persone interessate e appassionate agli argomenti proposti, a specialisti, a docenti, a professionisti, a partecipanti a programmi pre e post lauream. Dal punto di vista delle università che realizzano e diffondono i MOOCs non curricolari ci sono almeno tre grandi direzioni che coincidono con le motivazioni principali per cui vengono promossi: 

  • i cosiddetti MOOCs per il marketing che consentono una promozione delle attività 
  • quelli pensati per la formazione continua cioè rivolti a specifici partecipanti che scelgono percorsi post lauream e formazione professionale 
  • quelli che propongono percorsi di sviluppo professionale continuo.

B) MOOC lungo o "curriculare"

Un MOOC curriculare è un vero e proprio insegnamento in versione online. La durata tipica è quella di un corso frontale (8-12 settimane) e richiede un impegno allo studente corrispondente ai CFU dell'insegnamento. Non si tratta di riprendere le lezioni frontali, i video anche qui devono essere brevi.
La struttura del MOOC è simile a quella  esposta sopra.
Può essere utile sia per la preparazione che per la fruizione spezzare un MOOC lungo in vari MOOC e formare un "Program".

Fasi di lavoro e figure professionali coinvolte

Il flusso di lavoro si articola in ideazione/progettazione/microprogettazione del corso (3-6 settimane), preparazione e realizzazione di contenuti (8-10 settimane, pubblicazione in piattaforma, revisione (4 settimane) e infine erogazione del corso (3-5 settimane).

In termini di risorse umane, per poter gestire tutto l’iter di produzione, sono impiegate diverse figure professionali, come di seguito descritto:

  • Docenti del corso;

  • Project Manager, che coordina il progetto e le diverse fasi di lavoro, tiene i contatti con i docenti e le strutture di riferimento. Gestisce la scaletta di produzione e le tempistiche di produzione;

  • Learning Designer, che supporta il docente nella fase di definizione della micro-progettazione della struttura del corso, dei contenuti e dei materiali;

  • Instructional Technologist, che si occupa dell’implementazione della piattaforma, l’inserimento dei video, dei materiali, imposta un template per eventuali slides e grafici e decide con il docente come allestire il set;

  • Operatore audio/video, che si occupa dell’allestimento del set, delle attrezzature necessarie e delle video riprese;

  • Montaggio video, che realizza il montaggio delle clip video, occupandosi dell’inserimento delle slides, dei sottotitoli e delle sigle;

  • Tutor/facilitatore, che durante l’erogazione del corso (se non è in auto apprendimento) modera i commenti dei partecipanti e fornisce spunti di confronto e sintesi.

L'ufficio Digital Learning e Multimedia  (supporto.elearning@unipd.it) mette a disposizione la sua competenza per tutte la fasi di realizzazione del MOOC, dalla progettazione alla supervisione nelle video riprese e i montaggi. In ateneo sono presenti anche altre possibilità autonome di ripresa come l'OpenSet e la lightboard del Dipartimento di Matematica.

آخر تعديل: Monday، 12 April 2021، 11:32 AM